È PARTECIPAZIONE O UNA SCENEGGIATA?

Pur essendo sempre più frequenti i processi partecipativi promossi dalle Amministrazioni (volontariamente o perché richiesti dalle normative in vigore), troppo spesso vengono realizzati percorsi formali, inefficaci e deludenti per chi vi partecipa; in questo modo, invece di accrescere il capitale sociale di una comunità, rischiano di deprimerlo.
L’associazione In itinere, partendo da quanto emerso durante i workshop realizzati nell’ambito del corso “Partecipazione: quando, come, perché. Corso breve per amministratori, funzionari pubblici e per chi vuol fare buon uso della partecipazione” tenutosi a Udine tra marzo e aprile 2014, ha definito un breve elenco di indicatori utili sia per i soggetti che promuovono un percorso partecipativo (al fine di verificarne l’orientamento alla massima efficacia, efficienza e trasparenza) sia per coloro che decidono di prendervi parte (al fine di di monitorarne la validità e la qualità).
Un utile supporto per distinguere un percorso partecipativo “vero” da uno inutile o, peggio, “finto” (per una visione burocratica, per scarsa competenza o per noncuranza).

scarica documento  Scarica gli Indicatori per orientare un percorso partecipativo e per valutarne la qualità