Bologna: insieme per la qualità dell’aria

La qualità dell’aria riveste primaria importanza, anche a causa degli effetti sanitari che l’inquinamento dell’aria può procurare, ma ne abbiamo scarsa consapevolezza e non agiamo in modo da minimizzare gli impatti.
Il problema ha una maggior intensità proprio nella pianura padana, fino a quella friulana, con un superamento dei limiti massimi di inquinanti (in particolare polveri sottili) indicati dalla normativa. In assenza di un piano complessivo, le amministrazioni locali intervengono con misure di regolazione (divieti al traffico, riduzione riscaldamento) nei periodi di emergenza.
Consci della gravità e della complessità del problema, a Bologna hanno avviato un percorso sperimentale di confronto e collaborazione tra soggetti diversi interessati al tema. Hanno costituito il Laboratorio Aria per accrescere la consapevolezza, creando un flusso informativo costante, facendo dialogare i diversi sistemi e le tecnologie di misurazione e monitoraggio della qualità dell’aria già attivi e stimolando comportamenti che riducano l’impatto e i rischi per la salute.
Il Laboratorio Aria ha già realizzato:
– incontri aperti a rappresentanti di Istituzioni, Associazioni, Comitati e semplici cittadini per costituire una rete di soggetti interessati allo sviluppo e alla diffusione di una campagna di sensibilizzazione e comunicazione
– un questionario per rilevare la percezione dei cittadini sulla qualità dell’aria, le informazioni che vorrebbero avere e i comportamenti che sarebbero disposti a modificare per ridurre l’inquinamento;
– quattro incontri laboratoriali dedicati allo sviluppo di uno strumento di comunicazione e sensibilizzazione sulla qualità dell’aria e sui comportamenti individuali e collettivi – la app Che Aria è.
Si continua in questi mesi con interviste in profondità a ricercatori ed esperti individuati dal Laboratorio sui temi della salute e dello sport in relazione alla qualità dell’aria e cinque focus group sui temi emersi come prioritari nelle fasi precedenti del Laboratorio – salute, dati, sport, azioni della PA e comunicazione – e l’affinamento della app Che aria è in base alle indicazioni ricevute.
Fattibile anche a Udine e Pordenone, vero? Noi siamo pronti!
Per maggiori informazioni: http://www.fondazioneinnovazioneurbana.it/progetto/laboratorioaria